Quiba, the solubile…

gynostemma-lago11-e1402764899338quiba_tea_solubileLa Quiba o Gynostemma pentaphyllum è nota fin dall’antichità, alcuni scritti risalgono alla Dinastia dei Ming. Viene considerata dalla medicina cinese un erba miracolosa, “erba dell’immortalità”.

La sua assunzione migliora la forza fisica e rallenta l’invecchiamento. E’ una pianta ancora poco conosciuta e le tante proprietà terapeutiche, spingono gli appassionati di fitoterapia a coltivarla, per poterla consumare fresca e per lasciare integro tutto il suo fitocomplesso. La si può coltivare nel proprio giardino o sul terrazzo, con estrema semplicità e con ottimi risultati. Appartiene alla famiglia delle cucurbitacee (cetriolo, zucca, meloni), ma senza frutto caratteristico. In Cina prolifera in un area particolare, una riserva naturale costituita da un ambiente sub-tropicale, il monte Fanjing, riconosciuto dall’Unesco come “riserva della biosfera”.

Il Dr. Takemoto, in un suo libro sulla Gynostemma ne descrive le caratteristiche fisiche: “è una pianta infestante, simile in apparenza alla vite acetosa (della famiglia d’uva), al luppolo giapponese (della famiglia del gelso), e Pye erba Joe (famiglia della melanzana). Ha germogli sotterranei (portinnesti) e i suoi steli crescono come rampicanti………..La pianta è divisa in due generi maschile e femminile. La foglia è di forma ovale con bordi a dente di sega…… In estate la pianta fiorisce con fiori giallo pallido. La pianta femminile porta frutti di bosco, che diventano neri a maturazione e contengono i semi”.
Le parti utilizzate sono le foglie fresche adulte, mangiate con le insalate (sono sufficienti 2 foglie circa per persona al dì), oppure mangiando semplicemente una foglia la mattina e un foglia a mezzogiorno. Il sapore di clorofilla è abbastanza gradevole. Si possono utilizzare anche le foglie essiccate per fare tisane o unire al tè (meglio verde). Si consiglia di non superare le 3-4 foglie al dì.
La Quiba viene descritta in vari testi come uno degli adattogeni più validi. Come evidenziato dagli studi farmacologici condotti sugli estratti grezzi di Gynostemma. La capacità di stimolare le difese immunitarie è dovuta alle numerose saponine triterpeniche, ai diversi flavonoidi e gypenosidi che annovera nel suo fitocomplesso.
La somiglianza dei suoi principi attivi a quelli del ginseng, del quale è addirittura più potente, fa sì che anche la Gynostemma sia indicata come pianta adattogena che può aumentare la resistenza del corpo allo stress, all’ansia e alla stanchezza, intervenendo nella regolazione dei sistemi corporei tra i quali pressione sanguigna e il sistema immunitario.
Ha un effetto positivo nel metabolismo dei lipidi, facilitando la riduzione dei livelli di grasso nel sangue ed quindi dei depositi nei vasi sanguigni. Questo fa sì che sia una pianta idonea a contrastare la formazione delle placche che causano l’arteriosclerosi.
Oltre ad agire sui lipidi, le saponine presenti negli estratti di questa pianta hanno dimostrato la capacità di ridurre i livelli di colesterolo “cattivo” in favore di quello “buono”
Possibili effetti collaterali e controindicazioni della Gynostemma:
Sebbene la Gynostemma sia considerata tra i più sicuri integratori a base di erbe, ci sono alcuni possibili effetti collaterali di cui si dovrebbe essere a conoscenza. La Gynostemma non deve essere assunta da donne in gravidanza e persone che prendono anticoagulanti o con patologie legate alla coagulazione.

Watchingreen.com non vuole dare consigli terapeutici sulle patologie di qualsiasi tipo che rimangono di esclusiva competenza dei medici specialisti.

 

D7M

Autore: watchingreen

maurizio.dissette@gmail.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...