Curcuma, lo zafferano delle Indie…

curcuma

In India la curcuma è conosciuta

ed utilizzata da almeno 5.000 anni,

come medicina, spezia e anche colorante”

La pianta, il cui nome scientifico è Curcuma longa, appartiene alla famiglia delle Zingiberacee. Si tratta di piante erbacee perenni, dotate di rizoma e coltivate prevalentemente nelle regioni tropicali. Il suo nome deriva dalla lingua persiana-indiana e precisamente dalla parola Kour Koum, che significa zafferano, infatti la Curcuma è anche nota col nome di Zafferano delle Indie. Il primo produttore al mondo è l’India con la sua città Sangli, a sud dell’India, che rappresenta il centro principale di produzione.
I suoi rizomi, che sono la parte della pianta che contiene i principi attivi, vengono fatti bollire per parecchie ore e fatti seccare in grandi forni, dopodiché vengono schiacciati fino ad ottenere una polvere giallo-arancione che viene comunemente utilizzata come spezia.

curcuma1“Un cucchiaino di curcuma

corrisponde a 2 calorie”

La Curcuma contiene l’11,2 % di acqua, il 9,9 % di grassi, il 7,8 % di proteine, il 21 % di fibre, il 3,2 % di zuccheri ed il 6 % di ceneri.
I minerali presenti sono: calcio, sodio, potassio, fosforo, magnesio, ferro, zinco, selenio, manganese e rame.
Contiene le vitamine B1, B2, B3, B6, C, E, K e J.
Gli zuccheri si dividono in saccarosio, destrosio e fruttosio.
I suoi componenti sono centinaia ma l’attenzione degli studiosi si è concentrata su uno in particolare: la curcumina curcumina che è presente nella spezia nella quantità pari al 3 % del peso totale.

E’impiegata nella medicina tradizionale indiana e cinese, ma anche alla luce dei numerosissimi studi e scoperte che la scienza attuale ha ufficialmente confermato, come:
– Disintossicante dell’organismo, in particolare del fegato.
– Antiossidanti e antinfiammatori, le proprietà della curcumina sono in grado di   trasformare i radicali liberi in sostanze inoffensive per il nostro organismo oltre naturalmente a rallentare l’invecchiamento del nostro patrimonio cellulare.
– Cicatrizzante, in India viene applicato il rizoma di curcuma per curare ferite, scottature, punture d’insetti e malattie della pelle con risultati veramente soddisfacenti.
– Malattie cardiovascolari, è in grado di rafforzare il tessuto endoteliale, ovvero il rivestimento dei vasi sanguigni.
– Abbassa il colesterolo, la curcumina, sarebbe in grado di prevenire l’ossidazione del colesterolo. Una volta ossidato il colesterolo si deposita nei vasi sanguigni con gravi rischi per la salute.
Per un uso salutistico è sufficiente riuscire ad integrarla nella nostra dieta quotidiana. Un paio di cucchiaini da caffè al giorno sono la dose ideale. Si può aggiungere a fine cottura di molti alimenti ma si può anche aggiungere a vari tipi di yogurt o farne una salsa.
È importante ricordare che la curcuma va assunta insieme al pepe nero o al tè verde per facilitarne l’assorbimento. Non solo. Anche l’abbinamento a qualche grasso, tipo olio d’oliva, burro, o quant’altro, facilita l’assorbimento della curcuma.
Viene normalmente venduta in polvere. In questo caso va conservata dentro a un vaso di vetro sigillato ed in un luogo fresco e asciutto per mantenerne più a lungo l’aroma.
È meglio che il vaso non sia trasparente così da non far filtrare la luce che danneggerebbe le proprietà.

curcuma 5

“In cosmesi la curcuma è presentenelle formule di prodotti solari,antirughe, purificanti della pelle e antiforfora.

“La curcumina è usata oltre che come colorante alimentare (E 100) come sostanza colorante per lana e seta e come indicatore acido-base, visto che in ambiente basico il colore si trasforma in rosso”curcuma stoffe

Mr-loto.it

Watchingreen.com non vuole dare consigli terapeutici sulle patologie di qualsiasi tipo che rimangono di esclusiva competenza dei medici specialisti.

MD7

Autore: watchingreen

maurizio.dissette@gmail.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...